mercoledì , Ottobre 21 2020
Home / Notizie / MIGLIORE PRODUTTORE CINEMATOGRAFICO INTERNAZIONALE  SUL  SOCIALE  ANTONIO  CHIARAMONTE.

MIGLIORE PRODUTTORE CINEMATOGRAFICO INTERNAZIONALE  SUL  SOCIALE  ANTONIO  CHIARAMONTE.

HA VINTO LUI!

MIGLIORE PRODUTTORE CINEMATOGRAFICO INTERNAZIONALE  SUL  SOCIALE  ANTONIO  CHIARAMONTE.

IL PREMIO STARLIGHT INTERNATIONAL CINEMA AWARD AL FESTIVAL DEL CINEMA DI VENEZIA 2020

E’ stato il produttore ANTONIO CHIARAMONTE che con la sua ultima produzione “IO HO DENUCIATO” a vincere l’ambito premio   STARLIGHT INTERNATIONAL CINEMA AWARD alla Mostra del Cinema di Venezia 2020 come miglior produttore per film di impegno sociale.

Tra i riconoscimenti del premio International Starlight Cinema Award sono stati assegnati per il 2020 anche il  Premio alla Carriera a Valeria Fabrizi e Massimo Dapporto.
La cerimonia si è svolta domenica 6 settembre all’interno della Lounge Campari ed è stata  presentata da Anna Pettinelli, conduttrice televisiva e radiofonica (storica voce di Rds ).
A conferire i premi cinematografici sono state  firme di esperienza  del giornalismo e della critica cinematografica, con l’intento di aver dato vita a un confronto generazionale mirato a premiare le eccellenze nel campo della Settima Arte, valorizzando i volti di lungo corso e quelli emergenti composta da Paola Casella (socia del Sindacato Nazionale Critici Cinematografici Italiani, tra le collaborazioni annovera MyMovies), Alessandra De Tommasi (inviata per Leggo alla Mostra e creatrice del sito Airquotes.it), Francesco Del Grosso (fra i collaboratori di Cinematographe.it), Francesco Gallo (agenzia ANSA), Giuseppe Grossi (in rappresentanza di Movieplayer.it) e Maria Lucia Tangorra (collabora con CineClandestino.it e, tra gli altri, col periodico Red Carpet Magazine, edito in italiano e inglese), gli stessi non hanno avuto nessuna esitazione nell’assegnare l’autorevole e prestigioso premio al produttore Antonio Chiaramonte.

 

Negli anni passati il premio è stato assegnato a celebrity internazionali come   Al Pacino, Claudio Santamaria, Isabella Ferrari, Lino Banfi e Paolo Bonolis.

Dall’anno scorso la produzione cinematografica CinemaSet di Antonio Chiaramonte si sta dedicando principalmente a una cinematografia impegnata e dal forte impatto sociale. Ciascuno dei loro film è quindi accompagnato da azioni concrete volte a incidere nell’ambito della tematica affrontata. La prima opera realizzata con questa impostazione si intitola “IO HO DENUNCIATO” (2019) e riguarda il dramma di un testimone di giustizia prima e dopo la sua denuncia contro la criminalità organizzata che riesce, grazie alle autorità giudiziarie e al suo legale, ad uscirne vincente.

Si tratta di un film che mescola animazione con riprese e immagini di una storia reale, e che sta attualmente riscuotendo, prima del lokdown a causa del Covid, un notevole successo nelle scuole italiane, con diversi premi, riconoscimenti e attestati ricevuti.

Antonio Chiaramonte sta attualmente lavorando in una sua prossima produzione esecutiva. Il progetto cinematografico, che tratta della questione della pedofilia, di azioni umanitarie e di donazione da parte di un grande uomo italiano che ha aiutato ed aiuta a sfamare migliaia e migliaia di immigrati e tante persone che non avevano e non hanno niente da mangiare oltre a tante famiglie in grave difficoltà. Un film che sarà basato sulla solidarietà di quest’uomo.

“era già una gioia immensa essere in concorso al Festival di Venezia- commenta Antonio Chiaramonte- ma vincere questo prestigioso premio nella sezione del sociale che ha visto vincitori negli ultimi anni precedenti personaggi illustri come Al Pacino, Claudio Santamaria, Isabella Ferrari, Lino Banfi e Paolo Bonolis mi riempie di una felicità immensa e attesta che il lavoro che stiamo facendo è stato apprezzato da tanti. ll nostro obiettivo- continua Antonio Chiaramonte – è fondere l’approccio a questi giovani con un senso profondo della dimensione civica, consapevoli di quell’impercettibile mutamento direzionale che il cinema suscita influenzando le nostre menti. È una svolta (in)visibile nell’impegno del pubblico ma soprattutto per i giovani che vengono e sono tentati da tutti quei film che mettono in discussione la nostra coscienza morale e il nostro comportamento. Questo impegno è il mio nuovo cinema, partendo dal presupposto che i media siano uno strumento per il cambiamento e la coesione sociale. Tale principio diventa una forza d’urto al servizio dei giovani, poiché abbiamo capito insieme all’avvocato Enzo Guarnera che questi nuovi progetti che stiamo portando avanti insieme al Ministero della Pubblica Istruzione ed alcuni altri enti ministeriali potrebbero diventare un’arma d’aiuto contro l’illegalità .Inoltre tengo a precisare che questo premio non lò vinto io , ma tanti altri che giornalmente lavorano con noi ,  come l’avvocato  Enzo Guarnera , il cast attori e tecnico della produzione, il regista Gabriel Cash , le musiche di Francesco Balzano e Lips Desire, la nostra coach artists Guia Jelo ,il Ministero della Pubblica Istruzione  per la sensibilità dimostrata e il sostegno all’iniziativa , la Procura della Repubblica , i Magistrati giudicanti e la Squadra Mobile di Catania , per il rilevante contributo da essi data alla realizzazione del film . Quando le istituzioni funzionano i cittadini trovano fiducia e coltivano la speranza per un futuro migliore, e in particolar modo lo hanno vinto pure i tantissimi giovani che ci stanno seguendo in massa con tanta attenzione ed entusiasmo, a loro va rivolto il mio riconoscimento.”

Il Nostro Punteggio
[Totale: 1 Media: 1]

About Serena

Check Also

Prepara a casa tua un’ottima pizza con i forni Space Electric

Preparare una pizza a casa può essere davvero molto semplice soprattutto se hai scelto il …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *